dicembre 30, 2010

Fate di lana 6 (Yule/Cristhmas Time!)



Ho aperto un nuovo piccolo shop su Etsy,  dove sarà possibile acquistare le creature di lana che al momento non sono ancora state spedite o promesse, se qualcuno fosse interessato può dare un occhio qui:




















dicembre 27, 2010

Quotes da 'L'Ombra del Vento' di Carlos Ruiz Zafón ('La Sombra del Viento')



 'Le parole che avvelenano il cuore di un figlio, pronunciate per meschinità o per ignoranza, si sedimentano nella memoria e lasciano un marchio indelebile.'



 [..]'Che mi sentivo come chi fugge nelle pagine di un romanzo perché gli oggetti del suo amore sono soltanto ombre che vivono nell'anima di uno sconosciuto.'



Questo libro è così meraviglioso, così tanto, che una recensione non ha molto senso.. vi lascio allora qualche estratto, qualche citazione, che ne vale veramente la pena.. 



Non esistono lingue morte ma solo cervelli in letargo.



 Nel momento in cui ti soffermi a pensare se ami o no una persona, hai già la risposta.





'Il sistema piu efficace per rendere inoffensivi i poveri è insegnar loro ad imitare i ricchi.' 


Un buon padre, insomma.» «Un buon padre?» «Sì, come il suo. Un uomo intelligente e sensibile, capace di ascoltare, educare e rispettare una creatura senza farle scontare i propri difetti.

 

[Carlos Ruiz Zafón - L'Ombra Del Vento]

dicembre 20, 2010

Non dimentichiamoci dei selvatici!




La cosa piu importante è non dimenticarsi di loro. Non tanto perchè senza di noi non ce la facciano, anzi, il problema è che non ce la fanno CON noi. Non ce la fanno con la schifezza che respirano (colpa nostra), non ce la fanno senza macchie di alberi (colpa nostra), non ce la fanno tra le macchine, i ruscelli sporchi, i campi pieni di pesticidi e i cacciatori (colpa nostra).
per questo gli dobbiamo una mano..




Allora, potremmo comiciare con l'habitat: basta mettere qualche cespuglio in un angolo del giardino di piante da bacche gradite agli uccelli: Sorbo degli uccellatori, Biancospino, Sambuco, Piracanta.. fanno bacche autunnali colorate e bellissime, e si riempiono di pettirossi e altri uccelli selvatici.
Poi serve qualche nido qua e là, sui rami, o sul muro di casa, se volete vederli da vicino.


E'importante costruirli (o in alternativa acquistarli, anche se sono molto piu belli quelli fatti in casa) diversi: semi aperti con aperture ampie (per i merli), oppure grandi e semichiusi per le cince, piccoli con aperture minuscole per gli uccellini piu piccoli.




Eppoi, riempire le mangiatoie: preparare una miscela con scagliola, girasole, miglio, e semi vari (insalata, radicchi, niger, colza, canapa) e metterli nelle cassettine e nei sifoncini da appendere agli alberi, poi acquistare la palle di grasso per le cince che restano appese agli alberi con le retine. Per ultimo mettere una mangiatoia aperta il pastone da insettivori per i merli, le arachidi e la frutta secca (così arriveranno anche gli scoiattoli), e volendo, di tanto in tanto, qualche vermetto.
Non resta che aspettare, seduti su una panca sotto i cespugli, o dietro al vetro al calduccio, che arrivino gli ospiti!


Ricordo di non dare pane secco che gonfia, hanno bisogno più che altro di calorie e grassi, dati dai semi. Se ci sono gatti nelle vicinanze, è bene mettere a circa un metro da terra, sui pali o sugli alberi dove ci sono i nidi e le mangiatoie, bottiglie di plastica tagliate a imbuto, in modo che il caro gattino non riesca ad arrampicarvisi.

Buon birdwatching!

aggiunta sugli Ungulati Selvatici:

Per quanto riguarda gli ungulati selvatici, mi sono un pò informata sui miei libri e leggendo una tesi americana online: l'alimentazione 'artificiale' è considerata piuttosto deleteria, soprattutto per una questione di assorbimento gastro-intestinale 'in corsa': gli animali non sono abituati ad alimenti ad alto potere energetico, soprattutto quando si comincia ad aiutarli già ad inverno inoltrato.
In effetti consumano di solito alimenti costituiti da fibre (pascolo) e il loro rumine non è in grado di reggere gli insilati o i semi altamente proteici.
La loro riserva corporea di grassi e proteine comincia con l'estate e viene regolarmente esaurita a fine inverno.
Ci ho pensato un pò, e penso che forse potremmo dare loro una mano mettendo del fieno riparato dalle intemperie (quindi praticamente tanta fibra e poco nutrimento) oppure qualche vegetale, come frutta e verdura.


Buon inverno a tutti, animali compresi!

dicembre 12, 2010

Trailer: 'Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco'

Img HBO

Per chi ha letto tutte le Cronache di Martin e certi nomi sa benissimo non li dimenticherà mai più.. è in arrivo il telefilm con tanto di Sean Bean e corvacci lucidi e neri, l'arianissima Cersei e l'adorabile John Snow!
Avevo letto del progetto sul blog di Keira, ma vedere il trailer non è stata la stessa cosa: sinceramente mi sento un pò come quando è uscito il primo film de 'Il Signore degli Anelli', o 'Le Nebbie di Avalon'.. passi vent'anni a leggere un libro, tanto che lo conosci fin troppo bene.. ti sei creato nella testa visi, corpi, ambientazioni..ogni personaggio si stampa nella tua mente esattamente..ad ogni rilettura.. 
poi esce il film e allora.. un pò di panico, ma tanto al cinema ci vai subito, e quando ti siedi e te li ritrovi lì, proprio loro in carne ed ossa! ..forse un pochino diversi da come li immaginavi, ma la magia di vederli lì, proprio gli eroi delle tue notti di lettura.. così vivi e 'mobili', gli sguardi e i gesti..
è una magia incredibile per me.. per questo FREMO veramente di fronte al tempo che manca alla visione di questi telefilm.. intanto, ecco il trailer!

fonte del video, come sempre, Badtaste (grazie di tutto, ma tanto lo sapete, ci conosciamo dalla notte dei Tempi!)



guardate qui


Trailer su Youtube

dicembre 11, 2010

Progetto: La Casa nella Foresta


Progetto di studio del forum

il mio 'luogo dell' anima', da ormai moltissimi anni: parte del mio spirito, delle mie amicizie, dei miei studi e della mia magia. Il posto speciale dove ho imparato gran parte di quello che conosco, e dove ho incontrato le mie due sorelle, la mia famiglia allargata, quella con cui si attraversano molte vite, insieme. 

Il progetto è dell amministratrice: si chiama Violet ed è una creatura speciale.
E questo è il progetto che aveva in testa da tempo, che finalmente ha preso vita tra le righe della nostra Isola Incantata..



 La Casa nella Foresta

'Da tempo pensavo ad un progettino da svolgere qui all'Isola che avrebbe coinvolto tutte noi, o comunque chi avesse voluto, ovvero una piccola Casa della Foresta come descritta nel testo di Marion Zimmer Bradley, "Le querce di Albion" (titolo originale proprio "The Forest House").
La Casa della Foresta è una scuola per fanciulle, in cui apprendere e studiare operosamente e con impegno, ma a differenza di una scuola vera e propria non ha maestre, perchè farebbe molto ridere che qualcuna di noi, che siamo tutte alla pari, pensi anche solo lontanamente di farsi maestra di altre ragazze, anche se queste sono proprio ai primi passi. Si può consigliare, si può suggerire un modo di studiare o qualche testo importante, ma ognuna di noi è alla pari delle altre, ognuna è qui per Imparare e non per insegnare.
Sono qui per imparare io, che ho creato l'Isoletta quasi sei anni fa, sono qui per imparare tutte le Guardiane che sono qui da quasi altrettanti anni, sono qui per imparare le nuove fanciulle giunte e quelle già veterane.
La nostra Casa della Foresta è tale per ognuna di noi, senza sacerdotesse o "guide presuntuose".
Inoltre, un'altra differenza con una scuola come solitamente la si intende, è che non vi è "l'obbligo di frequenza". Non ci sono obblighi di studio, tempi stretti di consegna (di articoli, interventi o altro), e tutte possono partecipare in piena serenità.
Noi prediligiamo la serenità e l'armonia prima di ogni cosa, tutto il resto, se mai, viene dopo. Quindi se qualcuna non se la sente per diverso tempo di partecipare, semplicemente non lo fa e sta in serenità. Oppure se qualcuna è punta dalla "tarantola dello studio" e cade in preda all'isteria del "devo fare tutto e adesso!!!" (come qualche volta succede a me ) lo può fare.
Nella Casa della Foresta ciò che conta è la QUALITA' degli interventi, mai la quantità. Conta l'impegno sincero, l'amore con cui si fanno le cose, la gentilezza nell'esporre e nell'apprendere, la dolcezza d'animo e la sensibilità, sia nelle sue caratteristiche femminili sia maschili.

Ma ora, prima di aggiungere altre cosine sarebbe bene spiegare ancora un pochino cosa sia questa Casa della Foresta, e soprattutto come funzioni.

Qui abbiamo sempre studiato in armonia, un po' insieme, un po' ognuna per conto suo. E questo non cambierà mai

Però è anche divertente qualche volta porci dei piccoli impegni, che spesso ad alcune aiutano a non perdere il filo, a non perdersi con le cose da fare, ad avere una spintina a darsi da fare, se lo si vuole ovviamente.
Quindi nella Casa della Foresta ogni anno, se questa prova iniziale ci piacerà, verranno proposti dei lavori da fare e da "terminare", o almeno da portare ad un buon punto, entro l'anno.
Ogni sezione, ma non tutte, avrà il suo lavoretto.
Ma ciò che importerà sarà sempre la qualità del lavoro fatto, e tutte le cose splendide che trarremo dalla condivisione e dal lavoro insieme.
Ci saranno cose che ognuna potrà fare per conto suo, come il lavoro proposto nella sezione della Strega, e cose invece più da fare insieme.

In alcune sezioni, piano piano, senza fretta, verranno inserite delle discussioni con il prefisso "La Casa della Foresta", e quello sarà il lavoretto proposto per quest'anno.

Ovviamente non si finisce mai di imparare e di "intuire", per fortuna, quindi è più che chiaro che vi sia libertà di continuare lavori "dell'anno prima" finché si vuole.
Non prendete mai La Casa della Foresta come un posto pieno di regole e paletti. Non ne ha. E' ben accolta la sensibilità di ognuna, ed è dalla condivisione della sensibilità che nascono le cose più belle.
Per ora sono stati proposti due lavori, per iniziare.
Uno nella sezione della Strega e l'altro in quella dei Mabinogion.
Si può scegliere di seguire il lavoro di una sezione e non di un'altra, come si scelgono le "materie" che piacciono di più.. Il tutto in serenità, tranquillità e armonia.
Studiamo insieme come le fanciulle della Casa della Foresta avaloniana. 

L'una aiuta l'altra e tutte si aiutano insieme, nel silenzio come nella parola.

Spero che questo progettino vi piaccia e che parteciperete in molte

Violet'.




Cosa ne pensate?
Nonostante sia naturalmente restìa alle scadenze, allo studio imposto, perfino alla scuola nel suo essere programmata, devo dire che questo progetto mi ha davvero preso il cuore.
..proprio per la sua assenza di Tempo, così come l'Isola stessa.. si può rivedere un argomento per mesi, senza spostarsi o quasi di un centimetro.. poi superarlo, e proseguire con la 'sete di studio' frenetica, cambiando argomenti, collegandoli, attraversandoli mentre si percorre il Cerchio dell Anno. Seguire il proprio sentire, ripercorrere vie tracciate o crearne di nuove.. io sono proprio mentalmente così, cambio velocemente interessi, seguendo piste volanti, per poi tornare indietro fino allo sfinimento, per poi continuare.. Ovviamente sono già pazza della sezione all interno del Bosco Sacro, non vedo l'ora di leggervi.
La Casa nella Foresta è anche un progetto per restare unite anche se siamo lontane, lavorare insieme come se fossimo in quel luogo magnifico del dipinto.. perchè in realtà quando studiamo le cose che ci appassionano, 
è lì che siamo, davvero.

Un abbraccio dalla Zia
Vi aspettiamo^^


Img: Thomas Kinkade

dicembre 08, 2010

Tra l'autunno e l'inverno, in un passaggio disperato, veloce come un fulmine..

 












E poi è arrivata la neve.. un applauso alla bacopa nel cestino pensile 
..che è una vera dura!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...